Acqua potabile nell’Unione europea: migliori qualità e accesso

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, centro chimico, centro nucleare, chimica, comitato acqua potabile, coordinamento bonifica armi chimiche, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, nucleare, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione, Unione europea | Leave a comment

La posizione dell’ADUC sulle regole future per i distacchi degli utenti morosi

https://www.aduc.it/notizia/morosita+acqua+condomini+future+regole+dell+arera_135994.php?fbclid=IwAR12KjGWnL8DPIJNLfbZAfLcaKtQDwp7TZoWHAt41GxtxkOhDSxI3zcvjnQ

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, centro chimico, centro nucleare, chimica, comitato acqua potabile, coordinamento bonifica armi chimiche, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, nucleare, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione, Unione europea | Tagged , | 1 Comment

EPA DELUDE IL CLORPIRIFOS, ANCORA UNA VOLTA



Il clorpirifos saga continua. L’Environmental Protection Agency degli Stati Uniti ha preso la decisione deludente che l’agenzia avrebbe continuato a consentire l’uso del pesticida cervello danneggiando le colture alimentari.

L’annuncio appena incontra il termine ordinata in aprile dal Circuit Court 9 Appello EPA per prendere una decisione definitiva su una petizione per vietare l’uso clorpirifos su colture alimentari. 

PAN FELLOWS COLTIVARE LA GIUSTIZIA

Il Fellowship Program PAN supporta un percorso alla leadership per cibo e agricoltura attivisti di comunità in prima linea. I leader con una conoscenza profonda e personale del problema – compreso il loro contesto sociale, politico e culturale – possono creare soluzioni significative e adeguate per le loro comunità e il sistema nel suo complesso. Quest’anno, PAN ha l’onore di accogliere Donovan Kanani Cabebe, Jibril Kyser, e Hektor Calderón come i nostri 2019 Fellows.

DANNI PER LA SALUTE UMANA: BAMBINI

La scienza lascia poco spazio a dubbi: i bambini esposti ai pesticidi sia inutero o durante altri periodi critici hanno QI più bassi, difetti di nascita eritardi di sviluppo, e di affrontare un rischio maggiore di spettro autistico disturbo, l’ADHD e il cancro. Il fatto è, pesticidi e altre sostanze chimiche
tossiche stanno minando la salute dei nostri figli.


COSA C’È DI NUOVOHoney Bee Haven:

Proteggere impollinatori e mappare il proprio rifugio ape.

Il tapis roulant pesticidi: 
Perché è così difficile per gli agricoltori di fuggire?

Libreria di risorse: 
Factsheets, toolkit e oltre.

Pesticidi: The Big Picture: 
Come pesticidi toccano ogni aspetto della nostra vita. 

    


Pesticide Action Network America del Nord
 
Berkeley, CA | Minneapolis, MN 
510.788.9020 | community@panna.org | www.panna.org 
Facebook | cinguettio
Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, centro chimico, centro nucleare, chimica, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, nucleare, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione | Leave a comment

Un ringraziamento particolare ai cittadini che hanno rivendicato un loro diritto. Acqua non potabile, storica sentenza apre la via a una pioggia di risarcimenti

La sentenza emessa dal Tribunale di Viterbo in questi giorni segue una lunga vicenda processuale. Grande merito va agli avvocati Massimo Pistilli e Riccardo Catini che hanno sacrificato parte del loro tempo, impegnato danaro per i ricorsi in Appello e poi in Cassazione. Iniziammo questa lunga battaglia da soli, con pochi aderenti davanti al Giudice di Pace di Ronciglione che non sentenziò a nostro favore e le cause pilota che il Comitato Acqua Potabile e ADUC Ronciglione avevano intentato non diedero il risultato sperato, con perdita di denaro, oltre che di tempo. Poi la svolta con i Giudici di Pace di Viterbo che diedero ragione ai cittadini da noi appoggiati e condannarono al pagamento dei danni sia la Talete che altri gestori del SII . La Talete pagò con assegni circolari alcuni cittadini che così riscossero dai 700 ai 1500 euro, presentando però contestualmente ricorso in Appello. Non decisero di pagare i Comuni condannati, che ugualmente alla Talete presentarono ricorso in Appello. In Appello la sentenza non ci fu favorevole, poichè i Giudici di Appello stabilirono che non avrebbe dovuto essere competente il giudice di Pace, ma il TAR.
Importante quindi in questa fase l’impegno posto dagli avvocati che a proprie spese e a nome dei cittadini presentarono ricorso in Cassazione. I Giudici della Cassazione a Sezioni Unite sentenziarono essere il Giudice ordinario competente e quindi tutto ritornò al Tribunale di Viterbo che ora ha emesso le prime sentenze in favore dei cittadini. Grande battaglia vinta e di questo ringraziamo in primis gli avvocati Pistilli e Catini. Ringraziamento particolare va ai cittadini che hanno creduto in noi nonostante le maldicenze diffuse. Per coloro che hanno scelto altre vie, compresa quella della diffamazione personale, vale il detto: “Non ti curar di loro ma guarda e passa”. Raimondo Chiricozzi

da Tusciaweb.eu
L’avvocato Riccardo CatiniL’avvocato Massimo Pistilli

Ronciglione – (sil.co.) – “Acqua non potabile, adesso potranno chiedere il risarcimento anche i privati cittadini e le attività imprenditoriali, in particolare quelle del settore ristorazione, costrette per lavorare senza sanzioni a ricorrere a proprie spese a costosi impianti di depurazione”.

Così gli avvocati Riccardo Catini e Massimo Pistilli commentano la sentenza d’appello con cui il giudice Federico Bonato del tribunale di Viterbo ha confermato in secondo grado la condanna inflitta in primo grado dal giudice di pace al comune di Ronciglione, accusato di avere fornito acqua non potabile “contrariamente a quanto contrattualmente e normativamente dovuto”.

Una sentenza storica, dice l’avvocato Catini: “E’ la prima sentenza in appello dopo che la cassazione a sezioni unite ha stabilito per questo tipo di controversie che la competenza è del giudice ordinario. Ce ne sono tante altre in decisione”.

Il ricorso discusso davanti al giudice Federico Bonato, con le tre parti offese assistite dagli avvocati Catini e Massimo Pistilli, è il primo di una lunga serie, un’ottantina contro il Comune di Ronciglione e circa 300 contro il gestore unico Talete. 

“Non era oggetto della sentenza, ma ha diritto al rimborso anche chi ha fatto gli impianti di depurazione a proprie spese, nel periodo tra il 2013 e il 2015, quando i parametri non erano ancora rientrati, come ad esempio i titolari di bar, ristoranti, pizzerie, costretti per legge sennò rischiavano la sanzione, ma anche i privati che hanno fatto gli impianti dentro casa”, spiegano i legali Pistilli e Catini.  

”E’ evidente – si legge nella sentenza – che l’erogazione di acqua non conforme ai valori minimi di potabilità, con presenza di arsenico e fluoruli, sia prospettabile come un inadempimento contrattuale del rapporto di utenza e, in quanto tale, integri il presupposto o la causa mediata dell’evento lesivo”. Secondo il giudice inoltre ”l’espressione uso domestico ricomprende in sé il concetto di acqua potabile essendo la stessa omnicomprensiva”.

Le parti offese erano ricorse al giudice di pace, che aveva già dato ragione loro in primo grado, ”a seguito della somministrazione e vendita dal gennaio 2008 di acqua non potabile e comunque priva di requisiti di legge per l’accertato superamento dei parametri massimi consentiti, per arsenico, fluoruri e micrositina ad alga Planktotrix Rubescens e Uranio 238”.
Condividi la notizia:AGGIUNGI AI PREFERITI : PERMALINK.

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione | Leave a comment

Richiesta intervento urgente

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione, Unione europea | Leave a comment

arsenico nell’acqua; che fare ?

http://www.ameucci.it/saturalanx/index.php?option=com_content&view=article&id=48:arsenico-nellacqua-che-fare&catid=37:varie-salute&Itemid=58

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Rimborsi, Ronciglione | 1 Comment

LA SALUTE DEI CITTADINI INNANZI TUTTO, ACQUA PUBBLICA E POTABILE NELLE CASE



In questo ultimo periodo sono state poste all’attenzione della popolazione alcune  iniziative rispetto la distribuzione dell’acqua e dell’uso della chimica in agricoltura.

Da tempo le associazioni ambientaliste, dei consumatori,  i medici per l’ambiente si occupano di questi problemi e vedere finalmente che la politica e le istituzioni li hanno posti all’ordine del giorno fa piacere.

Cercheranno di risolverli, lo speriamo, e quindi non possiamo far mancare l’appoggio perché i cittadini ne traggano veramente vantaggio.

Certo ci sarà ancora da chiarire alcuni aspetti che non sono secondari. La salute dei cittadini è a cuore di tutti i soggetti interessati?

A seguito della proposta di estendere la monocoltura della nocciola attorno al lago di Bolsena e alla levata di scudi dei Sindaci, il Prefetto ha preso una buona iniziativa istituendo un tavolo tecnico sull’utilizzo dei prodotti fitosanitari sulle colture agricole. Alla prima riunione d’insediamento dello stesso siamo stati invitati a partecipare e abbiamo avuto modo di esprimere alcune considerazioni. Tra queste la più importante che vogliamo ricordare riguarda il lago di Vico e i bacini idrici di acque superficiali della Regione e cioè le contraddizione di leggi che vietano e nello stesso tempo favoriscono l’uso di pesticidi.
( Deliberazione n 539 del 2/11/2012 presa in attuazione della DGR n 5817 del 14 dicembre 1999 ).
Non sono mancate in questa riunione voci a favore dell’uso di questi prodotti giustificandoli con la richiesta che l’industria alimentare fa.

Speriamo che da questo tavolo vengano chiarimenti definitivi che possano portare alla proibizione dell’uso della chimica in agricoltura. Lo diciamo perché è proprio dall’utilizzo dei fitosanitari e pesticidi che deriva l’inquinamento delle acque di superficie e di profondità.

Bene hanno fatto i Sindaci che gravitano nei territori attorno al lago di Bolsena ad emettere  ordinanze contro la proliferazione della nocciolicoltura che utilizza ampiamente questi prodotti. Bene hanno fatto i sindaci ad emettere ordinanze di regolamentazione dell’uso, sebbene alcune siano ancora non molto rispondenti alle necessità reali, sia per le minime distanze dai corpi idrici, che per le multe irrisorie.

Altra questione importante, il rinnovo del consiglio di amministrazione della Talete e la decisione di commissariare i Comuni ancora non entrati in Talete. Decisone presa nel rispetto della legge, quindi potremmo dire ineccepibile. Decisione presa però in contrasto con la legge n 5 del 2014 approvata all’unanimità dal Consiglio regionale del Lazio e ancora non attuata e che avrebbe potuto favorire la nascita di consorzi fra Comuni per la gestione del Servizio idrico integrato.

Importante quindi per l’AICS ambiente, il Comitato acqua potabile e ADUC (associazione dei consumatori)  appoggiare la raccolta di firme proposta dal coordinamento per l’acqua pubblica del quale facciamo parte, in considerazione della inadeguatezza della Talete spa e del Referendum per l’acqua pubblica che ha sancito la volontà dei cittadini che non vogliono la gestione dell’acqua fatta dai privati. Importante condividere con comitati e associazioni le iniziative prese: le sconfitte; gli esposti fatti e le cause pendenti per disastro ambientale proposte dalla Procura; la vittoria di cause, da noi promosse, giunte dopo la sentenza della cassazione nuovamente al giudice ordinario che ha confermato che il gestore del servizio idrico deve distribuire acqua potabile, diversamente va pagata il 50% in meno.

La ricapitalizzazione voluta dalla Talete e richiesta ai Comuni, sapendo bene che non sarà possibile per questi farla, sembra una manovra per far entrare maggiormente il privato nella gestione. Manovra inaccettabile per vari motivi: la Talete ha accumulato negli anni passivi incredibili, che si ripercuoteranno sulle bollette, peraltro senza aver assicurato acqua potabile ai cittadini.

La Talete può essere allora in grado di gestire il servizio idrico di tutti paesi della provincia?

Con il nuovo consiglio di amministrazione della Talete, nel tentativo di recuperare crediti, sono stati anche riproposti fatti inaccettabili, quali  l’asportazione dei contatori e la chiusura della erogazione dell’acqua agli utenti morosi, senza preavviso certo e senza effettuare distinzione fra le capacità economiche degli stessi.  

L’applicazione della legge regionale n 5/2014 è la giusta soluzione del problema, poiché esclude la privatizzazione dell’acqua, dato che saranno i Consiglieri comunali a gestire direttamente il servizio idrico integrato e ne risponderanno giustamente davanti alla popolazione.

Occorre che la politica svolga il ruolo che le compete in particolare rispetto la salute dei cittadini, che indagini epidemiologiche fatte dal dipartimento sanità della Regione Lazio nel territorio viterbese, hanno definito drammatiche.

Occorre risanare il lago di Vico,  proibire definitivamente le sostanze inquinanti le acque di superficie e di falda e finalmente dotare le abitazioni di acqua potabile.

E’ fondamentale quindi l’adesione di tutti i cittadini alla raccolta di firme contro la privatizzazione, che tra poco avrà inizio in tutti i Comuni della provincia.

                / AICS COMITATO PROVINCIALE VITERBO                         
                / ADUC
                / COMITATO ACQUA POTABILE
                / AICS AMBIENTE

                                                                                                                              Raimondo Chiricozzi        
                                                                                                                            

2019.06.30

Tel 0761652027 – 3683065221 www.cafevirtuel.it www.comitatoacquapotabile.it
viterbo@aics.it comitato.acqua.potabile@gmail.com ronciglioneaduc@gmail.com
aducronciglione@poste-certificate.it gmail.com aicscomitatoprovincialeviterbo@poste-certificate.it

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, associazione degli utenti e dei consumatori, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Ronciglione | Leave a comment

vietare i pesticidi per salvare ambiente e salute

Partecipa alla chiamata di PAN International all’azione! 

In tutto il mondo, i paesi stanno vietando pesticidi noti per danneggiare la salute umana o danneggiare gli ecosistemi fragili, e investire in sistemi più resilienti di allevamento. Questa è una cosa molto buona.

Purtroppo, gli Stati Uniti non fa parte di questa tendenza globale. Un nuovo studio mostra che oltre il 25% dei pesticidi agricoli utilizzati negli Stati Uniti sono già stati vietati in altri paesi.

Segno sulla chiamata di PAN International urgente azione sui pesticidi altamente pericolosi (HHPS)! Noi consegneremo la tua firma ai funzionari e membri del Congresso degli Stati Uniti agenzia chiave.

Ci sono 72 sostanze chimiche ancora in uso sulla US fattorie che i funzionari europei hanno trovato troppo tossico per avere sul mercato. Diciassette pesticidi ancora utilizzati qui sono stati vietati in Brasile, e 11 sono stati vietati in Cina.

Questo è inaccettabile. I legislatori e le autorità di regolamentazione degli Stati Uniti non riescono a proteggerci da pesticidi che sono noti per essere pericoloso. Unisciti alla richiesta di un’azione globale su HHPS.

Come le recenti azioni legali Roundup hanno chiaramente dimostrato, qui negli Stati Uniti le società di pesticidi come la Monsanto spendere milioni di influenzare funzionari dell’agenzia e mantenere la loro prodotti nocivi sul mercato. Abbiamo del lavoro da fare.

Grazie per l’adesione al bando internazionale per l’azione su HHPS!

Take Action



Pesticide Action Network America del Nord
 
Berkeley, CA | Minneapolis, MN 
510.788.9020 | community@panna.org | www.panna.org 
Facebook | cinguettio

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Ronciglione, Unione europea | Leave a comment

appello accorato per la difesa del suolo e degli ecosistemi dall’uso spropositato e indiscriminato di diserbanti

http://lacitta.eu/cronaca/45307-appello-accorato-per-la-difesa-del-suolo-e-degli-ecosistemi-dall-uso-spropositato-e-indiscriminato-di-diserbanti.html

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, alga rossa, Analisi acqua, arsenico, associazione degli utenti e dei consumatori, batteriologico chimico del lago di Vico, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, dearsenificatori, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Ronciglione | Leave a comment

Glifosato: come si coltiva senza? Ecco le ciliegie senza pesticidi Apofruit e Coop

Posted in acqua, Acqua potabile, aduc, aics, aics ambiente, associazione degli utenti e dei consumatori, Cafevirtuel, Caprarola, comitato acqua potabile, lago di vico, microcistina dell'alga rossa, monti cimini, planthotrix rubescens, Regione Lazio, Ronciglione, Unione europea | Leave a comment