Arsenico, servono dieci milioni per gli impianti

Arsenico, servono dieci milioni per gli impianti

Talete – Meroi ed Equitani ieri dalla Polverini a battere cassa

da tusciaweb

 

Il presidente della Provincia Marcello Meroi

 

Paolo Equitani, vicepresidente della Provincia e assessore all’Ambiente

 

(g.f.) – Servono dagli otto ai dieci milioni di euro, altrimenti dal primo gennaio per 170mila abitanti della Tuscia arriveranno le ordinanze di non potabilità dell’acqua.

L’arsenico fa paura e la scadenza si avvicina. Col prossimo anno entrano in vigore i nuovi parametri europei e per adeguarsi la strada è ancora lunga.

La Regione deve fare la sua parte, come programmato dall’assessore Renzi. Per ricordarlo alla presidente Renata Polverini, ieri il presidente della provincia Marcello Meroi e l’assessore all’Ambiente Paolo Equitani erano a Roma.

“In maniera decisa e pressante – spiega Meroi – abbiamo chiesto un contributo per la società idrica. Non per problemi economici, ma per la realizzazione degli impianti di dearsenificazione. Abbiamo ribadito la nostra preoccupazione”. Oggi si saprà se da Roma apriranno i rubinetti. “Aspettiamo l’esito di un incontro – anticipa Meroi – dovendo poi convocare l’Ato e chiarire la situazione con i sindaci”.

I margini di manovra sembrano molto stretti. “I comuni di sicuro non hanno le disponibilità necessarie per realizzare gli impianti, oltretutto in fase di progettazione c’è stato un aumento dei costi”.

La Regione può intervenire in due modi: “Contribuendo direttamente, ma se non ci dovessero esserci disponibilità immediate, abbiamo proposto un intervento di garanzia da parte dell’ente, che si faccia garante con istituti di credito per ottenere finanziamenti”. La terza via non è prevista. Sennò sarebbero guai seri.

“Non so quale, ma un rimedio va trovato. I comuni sono senza soldi e molti non hanno accesso al credito. Occorre da parte di tutti senso di responsabilità”.

10 ottobre, 2012 – 1.07

10 commenti »

Lascia un commento

Nome (obbligatorio)

Mail (che non verrà pubblicata) (obbligatorio)

Sito web

viaHOME – cafevirtuel.it.

This entry was posted in Acqua potabile and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*